fbpx

La collezione Michelangelo Poletti in mostra a Palazzo Fava

7 aprile – 24 luglio | Bologna

La scuola pittorica emiliano-romagnola in mostra a Bologna: all’interno della splendida cornice di Palazzo Fava, la collezione dell’imprenditore Michelangelo Poletti si rivela al pubblico per la prima volta con una selezione delle opere di alcuni dei più significativi pittori della regione, in un percorso storico e artistico che dal Quattrocento si snoda fino all’Ottocento.

Il catalogo della mostra, edito da Bologna University Press, racconta l’esposizione attraverso approfondite schede, saggi introduttivi e un generosissimo comparto fotografico; il catalogo è disponibile nel sito dell’editrice.

Curatore della mostra e autore del catalogo è Angelo Mazza, che presso Bologna University Press ha già pubblicato un ampio e approfondito catalogo sulla collezione di Michelangelo Poletti nel Castello di San Martino in Soverzano, dov’è normalmente custodita nella sua interezza.

Il castello di San Martino in Soverzano, situato nei dintorni di Minerbio, in provincia di Bologna, caratterizza fortemente il territorio circostante. Non solo per via della sua imponenza, o della sua centralità storica; a renderlo meritevole d’attenzione è anche il suo stato di conservazione, che permette tutt’ora di godere di un ambiente di grande fascino e suggestione.

I meriti di quest’opera di preservazione sono da attribuire a tante persone. Come si può leggere nei due volumi pubblicati da Bologna University Press sul castello di San Martino in Soverzano, che trattano nel dettaglio la sua dimensione storica, artistica e architettonica, i proprietari vecchi e nuovi del sito medievale hanno dimostrato grande lungimiranza, promuovendo periodici restauri della proprietà. Grazie a loro è oggi possibile ammirare le decorazioni delle sue facciate interne, frutto di stratificazioni che si sono susseguite sin dal Cinquecento. Ma l’esplorazione degli spazi parte già dall’esterno del castello, che cattura subito lo sguardo con le sue mura merlate, che non furono mai teatro di grandi battaglie ma che evocano cionondimeno suggestivi scenari guerreschi, ispirati dalla storiografia e dalla cinematografia di genere.

Il segreto del castello è tuttavia nascosto nel suo cuore: un segreto che però è tale solo nominalmente, dato che la sua attuale proprietà, rappresentata dall’imprenditore e mecenate Michelangelo Poletti, ha impiegato notevoli energie e risorse per creare una notevole collezione di opere di arte antica, oggi in parte in esposizione a Bologna. Le opere che Michelangelo Poletti ha raccolto nel suo castello di San Martino in Soverzano sono varie e numerosissime, in gran parte accumunate dall’appartenenza alla scuola pittorica emiliana; la collezione consente di percorrerne le evoluzioni di stile e maniera, dal Quattrocento fino al Sette-Ottocento.

A Bologna, dal 7 aprile fino al 24 luglio, presso Palazzo Fava, è possibile ammirare la quadreria di Michelangelo Poletti: ottantacinque opere selezionate tra le più significative della collezione del castello di San Martino in Soverzano. Tra queste non possiamo non citare la pala del misterioso “Maestro dei Baldraccani”, scoperta da un illustre storico d’arte, Federico Zeri; la Presentazione del Bambino al tempio di Antonio Pirri; o le opere di Marco Palmezzano, Girolamo Genga, il Garofalo, Bartolomeo Passerotti, Lavinia Fontana, Bartolomeo Cesi, Elisabetta Sirani, Simone Cantarini, Lorenzo Pasinelli, Domenico Maria Viani, Donato Creti, Gaetano Gandolfi, Felice Giani e Pelagio Palagi.

L’esposizione è stata organizzata da Angelo Mazza, autore del catalogo della mostra edito da Bologna University Press. Nel catalogo è possibile ammirare nel dettaglio, grazie alle numerose riproduzioni, le opere esposte nella mostra, accompagnate da estese e approfondite schede che soddisfano l’appetito di quanti sono desiderosi di scoprire e approfondire la realtà storica e artistica della quadreria di Michelangelo Poletti e della scena artistica emiliano-romagnola di quasi quattro secoli.

Bologna University Press ha inoltre pubblicato il catalogo “La collezione Michelangelo Poletti nel castello di San Martino in Soverzano, dove vengono esaminate da Angelo Mazza altre numerose opere della collezione di Michelangelo Poletti; il catalogo consta di due volumi per un totale di 640 pagine.