Catalogo
Passeggiate con Dante a Bologna - Bononia University Press
Letteratura, Dipartimento di Filologia classica e Italianistica - FICLIT
Passeggiate con Dante a Bologna
di Giuseppina Brunetti
Se Firenze ‘madre di poco amore’ conserva nel suo perimetro urbano originario («la cerchia antica», Pd. XV, v. 97) il punto in cui sorgevano le case degli Alighieri, dove Dante nacque, e se Ravenna ne protegge ancora l’ultima dimora terrena su una cui epigrafe («parvi Florentia mater amoris») si ricordava appunto quella negligenza fiorentina, durevole, la ferita dolorosa dell’esilio, non vi è forse altra città se non Bologna ove è ancora possibile rintracciare nel tessuto cittadino tanti vasti ricordi di nomi e avvenimenti ‘danteschi’: la prima e più antica poesia sopravvissuta dell’Alighieri, nota precocemente ai notai bolognesi, scritta per e nella città felsinea parla infatti della più celebre delle sue antiche torri, la Garisenda, mentre uno degli ultimi testi scritti da Dante, in latino, rispondeva proprio all’invito a tornare a Bologna dove un’ancora non riconosciuta Testilide (gli
15,00
Argomento
Letteratura
Formato
150 × 210 mm
Pagine
48
Anno
2021
Confezione
Brossura
Lingua
Italiano
ISBN
9788869238048