Temi semiotici

La collana "Temi semiotici" nasce dalla constatazione che l’università di Bologna ospita uno dei centri di studi semiotici più importanti non solo sul piano nazionale ma anche sul piano internazionale. Non solo la semiotica infatti è nata a Bologna (grazie alla lezione di Umberto Eco), ma si è stabilita presso l’ateneo attraverso l’unico corso di Laurea magistrale esistente in Italia in Semiotica e l’unico dottorato in Semiotica d’Europa. Dal punto di vista tematico, la collana accoglie ricerche su oggetti eterogenei della cultura, che vengono condotte con uno stesso tipo di sguardo metodologico. Tale scelta – di omogeneità metodologica, non tematica – corrisponde al respiro inclusivo che, via via, la semiotica ha assunto, rivolgendosi, negli anni, non più solo a testi tradizionali, ma a fenomeni di senso complessi, di fronte ai quali l’apparato metodologico si è dovuto progressivamente aggiornare. Fin dai primi volumi, la collana ha voluto evidenziare questo respiro analitico, presentando ricerche con una forte dimensione applicativa, nella convinzione che una delle specificità della semiotica sia proprio la vocazione euristica. Collana diretta da Patrizia Violi e Anna Maria Lorusso Comitato scientifico internazionale Anne Beyaert Geslin, Umberto Eco, Jorge Lozano, Gianfranco Marrone, Bernard McGuirck, Isabella Pezzini, Ugo Volli
In questa collana